logo bianco quadro

Birra Vale la Pena è un progetto di inclusione cofinanziato dal Ministero dell’Università e Ricerca e dal Ministero della Giustizia e realizzato da

Semi di Libertà Onlus


Detenuti ammessi al lavoro esterno, provenienti dal Carcere romano di Rebibbia, vengono formati ed avviati all’inclusione professionale nella filiera della birra.

Il fine è contrastarne le recidive, al 70% tra chi non gode di misure alternative, ed al 2% tra coloro che vengono inseriti in progetti produttivi come il nostro.


Le nostre birre sprigionano

profumi, ed uomini.

Un prodotto di qualità e valori.









Vale la Pena

Birra  Artigianale

33cl-faerbravo-web33cl-agattabuia-web33cl-sentite-libbero-web33cl-dragoncella-web33cl-legale-web

Novità!!

Noleggia la ns Cargobike per il tuo evento!!

Clicca qui per le info..

Iscriviti alla NEWLETTER

Il Birrificio

E' stato inaugurato il 15 Settembre 2014 dal Ministro dell’Università e Ricerca Stefania Giannini.

L’impianto è situato nei locali dell’Ita Sereni di Roma, i cui studenti partecipano con i detenuti alle attività formative, ricevono lezioni di legalità e consumo alcolico consapevole, e vengono allenati ai valori dell’accoglienza e dell’inclusione.


L'etichettatura delle bottiglie ed il packaging vengono realizzati in team con i ragazzi autistici di L'emozioneNonHaVoce ONLUS.


La produzione di birra provvede a sostenere il progetto ed a renderne stabile il carattere formativo ed inclusivo.


Attratti dall’alto valore sociale dell’iniziativa, partecipano come formatori alcuni tra i più grandi Birrai Italiani, tra i quali Valter Loverier (Loverbeer), Agostino Arioli (Birrificio Italiano), e molti altri.


Oltre che nella formazione, molti grandi birrai si sono alternati nell’impianto assieme al nostro birraio, firmando delle ricette uniche.

Questo incide positivamente sul concetto di “inclusione”, e garantisce un’altissima qualità del prodotto.

Acquistale  Online  su  Besk.it
Vale-la-pena-lunga_1459952489474